Compositori Sardi Contemporanei

Compositori Sardi Contemporanei è un progetto che definirei “enciclopedico”, nato con l’intento di rappresentare la contemporaneità attraverso la sperimentazione sonora di autrici e autori nati in Sardegna.

Alcuni di questi operano da sempre nell’Isola e hanno fatto della propria terra la loro casa-studio, altri hanno deciso di percorrere i loro destini di vita altrove – anche in altri continenti – altri infine, dopo un periodo di formazione all’estero, sono rientrati nella propria città natale. Per tutti la Sardegna probabilmente rappresenta il fulcro generatore da cui attingere per abbeverarsi.

Compositori Sardi Contemporanei rappresenta, come un’istantanea fotografica, un momento storico definito, una raccolta di immagini quindi, una specie di catalogazione di “paesaggi”- figure e opere musicali – che oggi abitano il nostro presente, attraverso una geolocalizzazione precisa che può aprire a una riflessione senza per questo voler attribuire un accento identitario neofolkloristico.

Il primo volume, pubblicato in doppio cd per la storica etichetta Hat Hut Records di Basilea, diretta dal produttore Werner X. Uelingher, coinvolge otto compositori, ciascuno con una forte personalità: Luciano Chessa, Riccardo Collu, Giuseppe D’Amico, Giovanna Dongu, Andrea Granitzio, Paolo Pastorino, Claudio Sanna e Luca Sirigu.

In particolare, raccoglie due opere di notevoli dimensioni, Quadri di una città fantasma, un mistero da camera per pianoforte, lavagna e tre piatti giradischi, scritta nel 2003 da Luciano Chessa, pubblicata da Rai Trade, che racconta alcuni dei luoghi di Virginia City (Nevada); e il primo volume dei Lyrical Sketch di Giuseppe D’Amico, composti durante la stesura della sua decima sinfonia nel 2021.

Compositori Sardi Contemporanei è un lavoro fluido, aperto, in fase di aggiornamento costante del repertorio con nuovi autori e nuove autrici e l’idea di ampliarne il progetto discografico.

0:00
0:00